Rainbow – Nisha rokubou no shichinin
16/06/2011

RAINBOW Nisha Rokubou no Shichinin - OP

Rainbow: Nisha Rokubō no Shichinin è un anime prodotto dalla Madhouse, diretto da Hiroshi Koujina e ispirato all’omonimo manga seinen scritto da George Abe e illustrato da Masasumi Kakizaki.

RAINBOW Nisha Rokubou no Shichinin

È un’opera cruda che va vissuta, come metafora delle difficoltà della vita, piena di messaggi che l’azzeccata regia riesce a infondere perfettamente nell’anima: valori come l’amicizia, la determinazione, il coraggio, la solidarietà di cui con fatica i personaggi si fanno portatori ispirati.

L’opera narra delle vicissitudini di un gruppo di ragazzi che finisce in un riformatorio minorile nel dopo guerra giapponese. Un’affresco purtroppo non sviluppato come avrebbe meritato ma che fa da palco all’approfondimento caratteriale dei personaggi, alla loro evoluzione. La ricerca della felicità come diritto umano a cui anelare, questo è il vero motore di questo anime. Ricerca che passa attraverso il caparbio raggiungimento degli obbiettivi che ciascuno dei protagonisti si prefissa nella vita. Al costo di sopportare qualsiasi dolore, qualsiasi privazione, qualunque prevaricazione.

26 Episodi dove nulla è scontato. Dove in parecchi frangenti non sono i buoni sentimenti a vincere e dove i malvagi e gli approfittatori possono avere la meglio, come nella vita vera. I personaggi imparano a suon di insuccessi che non tutto va sempre come desideri. Ma con fatica, aiutandosi l’un l’altro, cercano di conquistare un centimetro alla volta il diritto alla loro felicità.

Rainbow

Per vedere l’anime in streaming clicca qui.

Eden of the East
04/06/2010

Un prodotto senz’altro interessante che vale la pena guardare. Ottima grafica, sfondi, colonna sonora e caratterizzazione dei personaggi.
11 episodi per sviluppare una trama da thriller poliziesco ma anche per leggervi tra le righe una pesante critica alla società giapponese di oggi.
Eden of the East, ultimo dei lavori di Kenji Kamiyama ti prende l’attenzione per non lasciarla più e se proprio soffre di una pecca, è quella di lasciare troppe domande aperte. Un ragazzo senza memoria e con un cellulare che gli permette di ottenere qualunque cosa, una cospirazione, un gioco..ma soprattutto un’opportunità per cambiare il paese. Una scoperta continua di verità che potrebbero essere inaccettabili, un deus ex machina crudele? o semplicemente al di sopra della morale?

E la domanda di fondo è: per rifondare qualcosa che è decaduto è necessario distruggerlo? e se quel qualcosa è tutto ciò che abbiamo e che ci identifica? il fine giustifica i mezzi?

Di seguito l’elenco delle puntate in streaming (sottotitoli in italiano)

http://www.jigoku.it/anime-streaming/eden-of-the-east/

baby Blue
16/04/2010

Baby Blue è un cortometraggio di 15 minuti circa che fa parte di una raccolta di corti conosciuta come Genius Party, uscita nel 2007 ad opera dello studio4c.

Di cosa si tratta lo capiamo fin da subito: una storia d’amore.
Una storia che nella miglior tradizione giapponese dell’amore vive attraverso l’espressione statica e meditativa di una separazione inevitabile.
[Come non ricordare il capolavoro “5 centimetri al secondo“?]

I due protagonisti decidono di prendersi una giornata solo per loro, dove potranno fare ciò che vorranno e andare ovunque loro aggradi.

Il corto non è affatto banale ne scontato, piuttosto dotato di una rara delicatezza e di un ritmo narrativo perfettamente calibrato che vive nelle animazioni classiche ma molto curate.

Shinichiro Watanabe si permette una piccola perla assolutamente da vedere (sottotitolato in un inglese abbastanza semplice).

Prima Parte

Seconda Parte