Tokio Magnitude 8.0
13/08/2011

tokio magnitude

Una trama lineare: due bambini rimangono vittime del più devastante terremoto che abbia mai colpito Tokyo e rimangono isolati dalla propria famiglia. Provvidenziale è l’incontro con una donna adulta, Mari, la quale deve tornare a casa ad ogni costo perché ha lasciato lì la madre e la figlia piccola. Dato che devono fare la stessa strada s’incamminano attraverso Tokyo.
Non ci sono mirabolanti salvataggi, scene di sangue, atti di incredibile eroismo. Non troveremo i classici personaggi cliché ma una variegata e realistica fauna metropolitana.

protagonisti

Cosa rende questo anime degno di essere recensito e soprattutto caldamente consigliato? Ciò che viene raccontato tra le righe.

La lunga strada verso casa non è solo  un percorso fisico, bensì anche racconto di formazione, di autoanalisi forzata dalla tragedia appena avvenuta; è proprio nei momenti in cui esse ci vengono portate via che ci rendiamo realmente conto dell’importanza delle cose che abbiamo intorno, e sarà quindi proprio la giovane protagonista Mirai a subire l’evoluzione più consistente e suo malgrado forzata, pentendosi e rendendosi conto dei suoi errori nel rapportarsi coi propri genitori e col proprio fratellino, nonché della vacuità della sua esistenza fino a quel momento.

Nell’ultimo quarto di serie, invece, vien fuori la parte migliore di questo anime: la parte psicologica, la parte drammatica.
Un finale struggente, che rende prepotentemente protagonista la grandezza dei sentimenti umani, che fa riflettere sulla vita e sulla difficoltà di accettare determinate realtà ed avvenimenti. In breve, la rivelazione dell’annata 2009, un’opera carica di sentimenti e commozione, paragonabile per intensità a “Una tomba per le lucciole“.

Per chi desidera vedere le 11 puntate:
http://animemangalegend.forumcommunity.net/?t=46211707

Annunci

Le Persone della nostra vita
26/07/2011

 

Spesso, il mondo non si accorge di quanto dolore possa recare un ricordo.

Parole e pensieri non vengono condivisi, e vivi momenti in cui nessuno sembra capirti. Nemmeno chi ti è vicino da sempre.
Quando pensi che niente possa farti superare quella perdita e metà della tua vita è ..è volata via con lui!
Quando quel brivido che ti corre lungo tutta la schiena e lo stomanco si chiude come un fiore a cui viene negata la luce, Perchè sai che tutti sono pronti a metterti in difficoltà, a giudicarti, come se sapessero tutto di te. E invece non sanno niente.

Ed è proprio nel momento in cui ci sentiamo ….più soli, che ci accorgiamo di quanto è importante avere un amico al nostro fianco. Con cui poter condividere i nostri pensieri, le nostre sofferenze. Persone che ci danno la forza di andare avanti, che ci accompagnano nei momenti più difficili e in quelli più belli.

Con loro riusciamo a dimenticare la nostra età, lasciamo libero sfogo alle nostre idee più assurde ed insensate, mentre magari tutto il resto del mondo dorme e non si accorge di noi.

Con loro ogni attimo del giorno si può trasformare in un gran divertimento. Perchè quando siamo insieme per ridere ci basta poco. Veramente poco. E non ci importa se la gente ci crede un pò… strani? Quando ci sentiamo spacciati e tutti i riflettori sono rivolti verso di noi, loro sono disposti a rischiare, per aiutarci, anche se spesso non va proprio come avevamo immaginato.

Quando uniti dalla stessa passione, mettiamo il cuore nelle cose in cui crediamo. E con loro non importa se stiamo lottando per la partita della vita o per una semplice sfida. L’importante è farlo insieme.

Insieme a quelle persone che riescono a sorprenderci. Ogni giorno. In modo diverso. Che non si aspettano nulla in cambio. Che si accontentano di un nostro sorriso. Forse non esiste un modo per ringraziarli o forse l’insieme dei nostri sentimenti è racchiuso dentro una semplice frase: Ti voglio bene.

Rainbow – Nisha rokubou no shichinin
16/06/2011

RAINBOW Nisha Rokubou no Shichinin - OP

Rainbow: Nisha Rokubō no Shichinin è un anime prodotto dalla Madhouse, diretto da Hiroshi Koujina e ispirato all’omonimo manga seinen scritto da George Abe e illustrato da Masasumi Kakizaki.

RAINBOW Nisha Rokubou no Shichinin

È un’opera cruda che va vissuta, come metafora delle difficoltà della vita, piena di messaggi che l’azzeccata regia riesce a infondere perfettamente nell’anima: valori come l’amicizia, la determinazione, il coraggio, la solidarietà di cui con fatica i personaggi si fanno portatori ispirati.

L’opera narra delle vicissitudini di un gruppo di ragazzi che finisce in un riformatorio minorile nel dopo guerra giapponese. Un’affresco purtroppo non sviluppato come avrebbe meritato ma che fa da palco all’approfondimento caratteriale dei personaggi, alla loro evoluzione. La ricerca della felicità come diritto umano a cui anelare, questo è il vero motore di questo anime. Ricerca che passa attraverso il caparbio raggiungimento degli obbiettivi che ciascuno dei protagonisti si prefissa nella vita. Al costo di sopportare qualsiasi dolore, qualsiasi privazione, qualunque prevaricazione.

26 Episodi dove nulla è scontato. Dove in parecchi frangenti non sono i buoni sentimenti a vincere e dove i malvagi e gli approfittatori possono avere la meglio, come nella vita vera. I personaggi imparano a suon di insuccessi che non tutto va sempre come desideri. Ma con fatica, aiutandosi l’un l’altro, cercano di conquistare un centimetro alla volta il diritto alla loro felicità.

Rainbow

Per vedere l’anime in streaming clicca qui.