Incontri serali

Ieri sera ero fermo davanti ad un gelateria, quando mi sono ritrovato vicino un signore dall’aspetto indiano che faticava a leggere un cartello con gli ingredienti.

Gli ho dato una mano e poi mi sono messo a chiacchierare con lui.
Un piccolo ma interessante spaccato di vita.

Mi ha raccontato in un misto italiano/inglese che arriva dal Bangladesh e che è in Italia da quattro anni. Ha fatto diversi lavori di fatica ma ora è aiuto cuoco in un ristorante del centro part – time a 700 euro al mese. Ha sottolineato con un certo orgoglio che il suo è un “contratto a tempo indeterminato”

Gli ho chiesto della sua famiglia e mi ha detto che ha una moglie e tre figlie “molto intelligenti”. Allora ne ho approfittato per chiedergli come si era organizzato per le “promesse di matrimonio” e mi ha risposto che aveva giù scelto i mariti: tre bravi ragazzi di buone famiglie. E che le figlie erano contente.

Le aveva appena sentite al telefono e mi ha raccontato di come gli hanno chiesto di tornare a casa tra le lacrime… a quel punto si è un po’ emozionato e ha perso il filo del discorso in italiano ripartendo in inglese.

Gli ho chiesto del suo livello culturale e mi ha detto che è laureato in “Storia e Filosofia Mussulmana” (storia e filosofia sono lauree considerate inutili qui in Italia… figuriamoci la versione Mussulmana…) e che aveva appena fatto l’esame di Terza Media italiano necessario, mi ha detto, ad avere un permesso di soggiorno più lungo.

Interessante, come tanti, che abbia sviluppato un fastidio verso qualche altra categoria di extracomunitari: nello specifico i cinesi che presentava negativamente, soprattutto riguardo la qualità del loro lavoro e dei loro prodotti.

Alla fine è riuscito a riassumere la sua esperienza sociale in Italia con una non offensiva e curiosa affermazione:

“Il 75% degli Italiani sono brave persone”

Alla fine della chiacchierata riflettevo su quante storie ci sono in città. Basterebbe a volte solo prendersi del tempo e ascoltarle. E anche solo con questo, farne in qualche modo parte.

There are no comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: