La strategia della rana bollita

Se si mette una rana in una pentola di acqua bollente, quella salterà immediatamente fuori con un guizzo per mettersi in salvo. Ma, se la si immerge in acqua tiepida e la si scalda a fuoco lento, le cose vanno diversamente: la rana nuota nella pentola, mostrando di gradire il bagno tiepido. A mano a mano che la temperatura aumenta, comunque, la rana diventa sempre più pigra ed infine rimane immobile e si lascia lessare.

La rana non lo sa, ma è stata una vittima dell’archetipo “Obiettivi vaganti“.

Questa struttura conduce a ridurre sempre più gli obiettivi o le aspettative, riducendo parallelamente l’impegno e i risultati.

Non v’è chi non sia buono all’inizio;
pochi riescono ad esserlo sino alla fine.

[Confucio]

Nel caso della rana, questa considera ottimale la temperatura iniziale; quando la temperatura dell’acqua si allontana da questo valore, dovrebbe fare una azione correttiva (ossia saltar fuori dalla pentola). Tuttavia, la naturale pigrizia le consiglia di considerare ancora accettabile una temperatura un po’ più alta, in modo da non passare all’azione. Così, accettando tanti piccoli compromessi rispetto all’obiettivo iniziale, la povera bestia si ritrova bollita.

“Questo è quello che accade alle persone che non fanno nulla per cambiare la loro vita frustrante o poco soddisfacente in varie aree (lavorative, relazioni, benessere, crescita o miglioramento personale, ecc.) e per la paura di cambiare, bassa autostima, mancanza di coraggio o pigrizia… rimangono nelle stesse situazioni che non le fanno star bene… e non si accorgono che anno dopo anno il tempo continuerà a passare inesorabilmente senza aver ottenuto alcun cambiamento.

[dal Blog “La via dei Sogni“]

La domanda diventa quindi… per caso ci troviamo all’interno di questo archetipo senza accorgecene? stiamo bollendo in qualche brodo abbastanza inconsapevolmente? Stiamo diventando apatici? giustamente demotivati da un ambiente (penso soprattutto a quello lavorativo) che non ci valorizza o peggio ci demotiva o precarizza? Ma soprattutto, come possiamo saltare fuori dalla pentola?

2 Risposte

  1. salti fuori dalla pentola se hai il coraggio di dare un taglio netto al passato. ma ciò comporta quasi sempre di dover perdere quello che, in un modo o nell’altro, si è faticosamente guadagnato e manca il coraggio per farlo anche perchè molto spesso manca l’età. Non tutti sono Gauguin che si ritirò a dipingere in un paradiso tropicale…nè i paradisi tropicali esistono più…….

  2. Non è soltanto questione di età. Si tratta di rendersi conto di un disagio e di identificarne le fonti. Si tratta di credere che si può cambiare ciò che origina il disagio e di credere di avere la forza necessaria per superare tutti problemi che si presenteranno durante il cambiamento. Anche le persone “grandi d’età” hanno molti blocchi, e spesso ce l’hanno proprio coloro che si trascinano situazioni demotivanti da anni. Gli elementi che bloccano sono le abitudini, l’essere legati alle abitudini e l’emotività. Quando le emozioni prendono il sopravvento, la percezione della realtà cambia. Quando la vita frenetica ci rende nevrotici, le emozioni prendono il posto della ragione. Il disorientamento ci porta a seguire consigli, messaggi proposti dai mass media che altrimenti non avremmo la debolezza di recepire. E restiamo a guardarci bollire nell’acqua calda, credendo – erroneamente – di non avere la forza di cambiare. Credendo che il cambiamento non ci farà star meglio.
    Ma quello che davvero ci migliora è proprio il cambiamento, la trasformazione. E’ proprio quel salto che fa di noi qualcosa di “migliore”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: