L’amore ai tempi di Internet

Viviamo un’epoca di cambiamenti sociali e relazionali, per lo più promossi dalle nuove tecnologie comunicative che hanno aperto scenari e possibilità prima inesistenti. La nostra è una generazione che per sviluppare un rapporto interpersonale di tipo sentimentale usava fondamentalmente la presenza fisica, il telefono e le classiche lettere.
Oggi le cose sono cambiate, i canali sono aumentati: SMS, Email, Blog, Forum, Social Network, chat ecc ecc hanno dato la possibilità alle persone di esprimersi in maniera più variegata e di poter utilizzare lo strumento che più si confà al nostro carattere o alla situazione.

Sono così nate molte relazioni, che potremmo definire da un punto di vista classico, non convenzionali. Ma la riflessione di oggi non è sulla natura, la stabilità o le caratteristiche di queste relazioni, bensì su come queste vengono percepite da chi, come noi, ha vissuto l’evoluzione, ha visto i due mondi e, direttamente o indirettamente, emette un giudizio.

Traci L. Anderson del Dipartimento di Comunicazione della Bryant University nel Rhode Island si è posta scientificamente la domanda, ovvero ha cercato di definire i parametri che definiscono le basi da cui nasce il favore o lo sfavore verso questo genere di relazioni.

a) l’affinità con internet ( il grado con cui una persona si sente “vicina” alla rete,  le attribuisce valore e importanza)

b) il tempo speso su internet (ore per settimana)

c) le credenze romantiche (quel sistema di opinioni e credenze centrato su alcuni  “ideali” di come una relazione intima si instaura e funziona, ad esempio “il grande amore si incontra una sola volta nella vita” oppure “l’amore è eterno”)

d) la percezione di realismo (il grado con cui le persone credono che quello che leggono, vedono o sperimentano in un ambiente mediatico sia rappresentativo della vita reale).

Allo studio hanno partecipanto 177 soggetti mai coinvolti personalmente in una web-relazione di nessun genere.

Cosa è emerso?
E’ apparso subito evidente che tanto più le persone intervistate avevano un’affinità con la rete e tanto più spendevano il loro tempo in relazione ad essa, tanto la loro opinione sulle relazioni web-based risultava positiva.

Per ciò che concerne il terzo parametro (le credenze e la complementarietà agli stereotipi classici della relazione romantica) è stato rilevato che più i soggetti presentavano aderenza a quei modelli, più il loro giudizio appariva sfavorevole. Il motivo è da ricercarsi probabilmente nel fatto che tali individui sono portati a idealizzare forme più “convenzionali” e tradizionali di amore, e a ritenere di assoluta importanza il desiderio sessuale .
La relazione on line risulterebbe per questi soggetti inconcepibile perché contraria a uno standard idealizzato e per la convinzione che un’attrazione sessuale non possa essere esperita con qualcuno che non si è mai conosciuto di persona.

Per ciò che concerne il quarto parametro ci si aspettava che soggetti che credono che ciò che si esprime nella rete (idee, contenuti ecc ecc) siano reali o quantomeno realistici avessero maggior favore ed accettazione nei confronti delle relazioni sentimentali on line. Invece pare non sia così. Non c’è sovrapponibilità tra ciò che è considerato “vero” e ciò che è considerato “buono” (ovvero posso credere che la rete rispecchi perfettamente la realtà ma continuare a non considerare cosa buona le relazioni che nascono tramite essa)

Il risultato finale, a prescindere dai parametri sopracitati, è stato che buona parte dei partecipanti ha giudicato questo tipo di relazioni negativo e sfavorevole.

Paura del nuovo e di ciò che non si conosce? Necessità di aderire agli schemi classici con i quali siamo cresciuti e che ci danno sicurezza? Mass Media che presentano spesso queste relazioni come potenzialmente pericolose? Probabilmente sono molti i fattori che interagiscono per determinare la poca convinzione sulla bontà di queste relazioni. Alle prossime generazioni, l’ardua sentenza!

3 Risposte

  1. Bell’argomento attuale! Probabilmente noi siamo l’anello di congiunzione tra le due modalità di approccio tra le persone; noi ci ricordiamo di quando ancora internet non esisteva e il pc era solo un commodore per i videogiochi e le relazioni sociali erano legate alle persone vere che si incontravano tutti i giorni.
    Ora le cose sono cambiate ed è inutile mettere la testa sotto la sabbia; sebbene anche a me sembra strana l’idea di avere amici virtuali (ma saranno poi amici veri?), le relazioni condotte tramite pc e chat sono sempre di più.
    La ragazza di 15 anni scomparsa in questi giorni ha lasciato più informazioni ai suoi amici di facebook che non ai suoi genitori e molte sono le persone che si conoscono dopo essersi scritte di tutto tramite pc.
    Io inarco ancora un sopracciglio quando mi dicono di coppie nate su internet, eppure quasi tutti i miei attuali amici sono di penna telematica. La mia attuale vita sociale (che non sia quella di mamma) si svolge quasi completamente su internet ed ogni tanto ho bisogno di resettarmi per ricordare quale sia la realtà.
    Posso solo dire che tramite pc si offre solo una parte di noi ed è molto più facile raccontare menzogne. Credo che invece sia pressoché impossibile proporci in maniera reale tramite internet; non solo, è altrettanto facile che gli altri ci vestano dei loro desideri, più che guardarci per come siamo.
    Quindi ben venga internet, ma nulla toglie il pacere di due chiacchiere fatte tete a tete, davanti ad un long drink mentre il cantante del pianobar delizia i pochi clienti con l’intramontabile “Certe notti” di Ligabue.

  2. Ho scritto un libro, pubblicato dalla S.E.S. proprio intitolato “L’amore ai tempi di Internet”…
    Laura Traverso

  3. grazie, laura . comprrò il tuo libro e lo leggerò. il mio era soltanto un racconto, senza pretese scientifiche e nato da una riflessione sulle nuove comunicazioni…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: